Tag Archivio per: vittoriale

H.E.R | Festival Tener-a-mente 2022

H.E.R. 

Anfiteatro del Vittoriale

25 luglio 2022 ore 21.15

Tra i più straordinari esponenti della scena contemporary R&BH.E.R – Gabriella Sarmiento Wilson – è una cantautrice statunitense dalla folgorante carriera artistica: un vero e proprio trionfo sancito, tra gli altri, da cinque Grammy Awards su ventuno candidature, un Premio Oscar e oltre otto milioni di copie vendute, tra singoli e album, solo negli Stati Uniti.

Il primo approccio dell’artista con il mondo dello spettacolo arriva nel 2009 con la sua partecipazione al talent show ‘The Next Big Thing‘, dove si esibisce con il nome di Gabriella. Pochi anni dopo, quattordicenne, firma il primo contratto con la RCA Records e cambia il nome d’arte in H.E.R., acronimo di ‘Having Everything Revealed‘, con il quale pubblica, dal 2016 al 2017, tre ep della raccolta ‘H.E.R.‘, un esordio straordinario che le permette di farsi notare a livello mondiale grazie a molte candidature e ai numerosi riconoscimenti ricevuti dai più importanti media mondiali, che la annoverano nella lista di artisti R&B da ascoltare e conoscere nel 2017.

Due anni dopo arriva l’acclamato ‘I Used To Know Her‘. Nel frattempo H.E.R. collabora con artisti di fama mondiale (tra cui Daniel CaesarChris BrownEd Sheeran) e si esibisce nei più importanti festival musicali, dal Coachella al Rock in Rio.

Nel 2020 H.E.R. ottiene cinque nomination ai Grammy Awards, oltre a vincere gli MTV Video Music Awards con il brano ‘I Can’t Breathe‘ – uno straziante urlo di protesta scritto in risposta all’omicidio di George Floyd – e i Soul Train Music Award nella categoria Best R&B/Soul Female Artist. Recente è il Premio Oscar ricevuto lo scorso anno come miglior canzone originale e la candidatura ai Golden Globe nella stessa categoria con il brano ‘Fight For You‘, colonna sonora dell’acclamato film ‘Judas and the Black Messiah‘.

Nonostante la sua giovane età, la musica di H.E.R. è intrisa di melodie complesse, arrangiamenti esuberanti e testi profondamente personali. A giugno ha pubblicato ‘Back of My Mind‘, il nuovo album che lascia intravedere il lato più intimo dell’artista ventiquattrenne. Con una produzione eccellente, il disco, variegato e poliedrico, spazia dalla black music più tradizionale ai suoni più attuali come la trap, accompagnato da testi carichi di tensioni culturali e sociali, tra Black Lives Matter e Women Empowerment.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE I BIGLIETTI

CALIBRO 35 PLAYS MORRICONE | Festival Tener-a-mente 2022

CALIBRO 35 plays MORRICONE

Anfiteatro del Vittoriale

sabato 23 luglio 2022 ore 21.15

Attivi dal 2007, CALIBRO 35 sono un collettivo di musicisti formato da Massimo MartellottaEnrico GabrielliLuca Cavina e Fabio Rondanini, con la guida del produttore e membro aggiunto Tommaso Colliva. Nati quasi per gioco, Calibro 35 sono tra i progetti italiani più innovativi e interessanti degli ultimi anni, punto di riferimento non solo della scena nazionale ma anche internazionale, tanto da essere campionati da giganti quali Dr. Dre, Jay-Z, The Child of Lov’ e Damon Albarn, oltre ad avere una lunga schiera di fan in tutto il mondo.
Il loro stile, unico e prontamente riconoscibile, è in grado di muoversi abilmente tra diversi generi musicali e la loro espressione musicale varia da dischi, colonne sonore, produzioni tv, library music, spettacoli teatrali, sonorizzazioni e moltissimi concerti in tutto il mondo, condividendo i palchi con artisti del calibro di Muse, Sharon Jones, Thudercat e altri ancora.

Tra funk, jazz e pathos romanzescoCALIBRO 35 pubblicano il primo eponimo album nel 2008, reinterpretando in chiave postmoderna le colonne sonore di film ‘poliziotteschi’ italiani degli anni ’70. L’anno successivo il primo tour europeo permette al collettivo di aggiudicarsi il premio Fimi per il miglior tour. Nel mentre, registrano la colonna sonora di ‘Eurocrime‘, un documentario americano su film polizieschi italiani.
Nel 2010 arriva il secondo album, ‘Ritornano Quelli di…Calibro 35‘: sempre prodotto da Tommaso Colliva, il disco contiene rivisitazioni in chiave funk di grandi classici tra cui ‘Milano Odia: La Polizia Non Può Sparare‘, pubblicato anche in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Nello stesso anno, oltre ad aprire il concerto dei Muse a Milano, vincono il Premio KeepOn Live come Miglior Band 2010 e a fine anno pubblicano ‘Rare‘, una raccolta di inediti, cover e b-sides. Due anni dopo arriva ‘Ogni Riferimento A Persone Esistenti o Fatti Realmente Accaduti E’ Puramente Casuale‘, il terzo disco, successivamente pubblicato anche in America. A ottobre dello stesso anno i CALIBRO 35 sono il gruppo residente del programma televisivo di Fabio Volo, ‘Volo In Diretta‘, su Rai 3, e a novembre è la volta di ‘Dalla Bovisa A Brooklyn‘, l’ep-fumetto che racconta l’esperienza newyorchese del collettivo.
Nel 2013 viene pubblicata la colonna sonora di ‘SAID‘, il film di Joseph Lefevre, e a ottobre arriva l’album ‘Traditori di Tutti‘, il cui titolo prende ispirazione dall’omonimo libro di Giorgio Scerbanenco. Negli anni successivi vengono realizzate alcune sonorizzazioni a cui seguono tre dischi, ‘S.P.A.C.E‘, ‘Decade‘, ‘Momentum‘ e a giugno 2021 arriva l’ep ‘Post Momentum‘.

Partendo da colonne sonore di compositori come Morricone, Bacalov, Micalizzi e riproponendole in chiave funk e jazz, tra organi distorti e groove irresistibili, CALIBRO 35 sono tra le realtà più originali nel mondo musicale alternativo e contemporaneo.

Proprio in omaggio al grande maestro Ennio Morricone, CALIBRO 35 annunciano ora ‘Scacco al Maestro – Volume 1‘, il primo capitolo del doppio album dedicato a Ennio Morricone in arrivo il 10 giugno.
Anticipato dal singolo ‘La Classe Operaia Va In Paradiso‘- che verrà pubblicato l’1 maggio, in corrispondenza con la Festa dei Lavoratori, e presentato dal vivo in esclusiva a Uno Maggio Taranto – il brano racconta il sodalizio artistico del Maestro con Elio Petri. ‘Scacco Al Maestro‘ è inoltre una canzone molto significativa per il gruppo e rappresenta la spinta propulsiva alla nascita del collettivo: dal primo ascolto dei cinque nel 2007, il brano è stato il primo di molti altri episodi ‘morriconiani’ che hanno costellato il percorso di CALIBRO 35.
Scacco Al Maestro – Calibro 35 Plays Morricone‘ è anche il nome del tour che porterà il gruppo per la prima volta sul palco dell’Anfiteatro del Vittoriale sabato 23 luglio.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE I BIGLIETTI

FANTASTIC NEGRITO | Festival Tener-a-mente 2022

FANTASTIC NEGRITO

Anfiteatro del Vittoriale

21 luglio 2022 ore 21.15

Fantastic Negrito si aggiudica l’NPR Tiny Desk nel 2015. Negli anni si esibisce con Chris Cornell, con il quale ha stretto un profondo rapporto di amicizia, StingThe RootsTemple of Dog e tanti altri, oltre a partecipare a importanti e prestigiosi festival, dal Lollapalooza al Glastonbury, fino al Byron Bay Bluesfest, oltre a programmi televisivi tra cui Later with Jools Holland. I suoi concerti sono delle vere e proprie performanceenergiche e incendiarie, tra blues e rootsrockpunk e l’incredibile presenza scenica di Negrito.

Vincitore di tre Grammy Awards nella categoria ‘Best Contemporary Blues Album’ con ‘The Last Days of Oakland’ (2016), ‘Please Don’t Be Dead’ (2018) e “Have You Lost Your Mind Yet?” (2021), l’instancabile e vulcanico Fantastic Negrito è pronto a tornare in tour in Italia e, per la prima volta, sul palco vista lago dell’Anfiteatro del Vittoriale, giovedì 21 luglio 2022, per Tener-a-mente Festival.

Anticipato da ‘Chocolate Samurai’ – il primo potente singolo il cui video è stato realizzato montando i filmati inviati da tantissime persone in tutto il mondo che hanno risposto alla chiamata collettiva di Fantastic Negrito, mostrando come stanno passando questo lungo periodo di isolamento – dal successivo singolo, ‘How Long?’ e dal recente ‘I’m So Happy I Cry’, con la partecipazione di Tank (Tank & The Bangas), che vede per la prima volta due vincitori dell’NPR Tiny Desk collaborare, l’ultimo album è un riflettore puntato sulle malattie mentali, nell’attuale contesto ansiogeno da tecnologia, e fornisce al contempo commenti sullo stato politico e sociale dell’America. E’, complessivamente, un disco molto personale, forse il disco più personale mai scritto.

On the first two albums I wrote about broad topics: the proliferations of gun violence, the evil NRA, gentrification and homelessness, pharmaceutical companies that prey upon the people. On this album I wanted to write about people I knew, people I grew upwith, people whose lives I could personally affect, and whose lives have impacted me. It was the hardest album I’ve ever written’ – Fantastic Negrito.

La musica di Fantastic Negrito trasuda schiettezza, tra black musicrootspunk e blues: ogni brano racconta la vera storia del musicista di Oakland che ha vissuto i massimi di un contratto discografico da un milione di dollari, i minimi di un incidente d’auto quasi fatale ed è ora nel mezzo di una rinascita che lo ha portato dalle strade di Oakland al palcoscenico mondiale.
Interamente scritto e prodotto da Fantastic Negrito, ‘Have You Lost Your Mind Yet?’ vede la collaborazione di Nahuel Bronzini al mixer, già al lavoro sul precedente ‘Please Don’t Be Dead’, e le collaborazioni di Tank and the Bangas e della leggenda del rap della Bay Area E-40.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE I BIGLIETTTO

BETH HART | Festival Tener-a-mente 2022

BETH HART

Anfiteatro del Vittoriale

19 luglio 2022 ore 21.15

Cantautrice americana con 12 dischi all’attivo, BETH HART è una tra le più grandi voci della scena rock e blues mondiale.

Muove i suoi primi passi nei club californiani e nel 1993 debutta nel programma televisivo ‘Star Search’, dove guadagna la vittoria interpretando ‘Halfway to Heaven’ e ‘Pieces of My Heart’. Nello stesso anno pubblica ‘Beth Hart and the Ocean of Souls’, dell’omonimo gruppo, che contiene una cover rivisitata in chiave pop-rock di ‘Lucy In The Sky With Diamonds” dei Beatles.

Raggiunge il grande successo nel 1999 con “LA Song (Out Of This Town)”, brano inserito nell’ultima stagione della serie “Beverly Hills 90210” e che entra direttamente nella top 5 della Adult Contemporary statunitense e nella top 10 della Adult Top 40 di Billboard.

A partire da questo momento la carriera di Beth Hart subisce un’impennata e il successo la porta a collaborare con personaggi come Slash, con il quale canta ‘Mother Maria’ inclusa nell’album solista del chitarrista dei Guns N’ Roses. Un’altra collaborazione fondamentale per la carriera della Hart è quella con Bonamassa: insieme al celebre chitarrista blues incide infatti l’album ‘Seesaw’ che le permette di ricevere una nomination ai Grammy Awards 2013 nella categoria ‘Best Blues Album’. L’anno successivo riceve un premio ai Blues Music Awards nella categoria ‘Instrumentalist – Vocals’.

Beth Hart arriva in concerto il 19 luglio nella magnifica cornice del palco vista lago dell’Anfiteatro del Vittoriale, per la decima edizione di Tener-a-mente, con ‘War In Mind’, il nuovo album pubblicato a settembre e prodotto da Rob Cavallo (già produttore di Alanis Morisette, Linkin Park, Paramore, Green Day tra gli altri).

DIANA KRALL | Festival Tener-a-mente 2022

DIANA KRALL

Anfiteatro del Vittoriale

sabato 16 luglio 2022 ore 21.15

Tra le voci più importanti del panorama jazz al femminile, DIANA KRALL, canadese, inizia a suonare il piano all’età di quattro anni. Nel 1993 pubblica il suo primo disco, Stepping Out, che le permette di farsi notare dal leggendario produttore Tommy LiPuma, con il quale inizia una più che prolifica collaborazione a partire da Only Trust Your Heart, pubblicato nel 1995. L’anno successivo è la volta di All For You; il disco, in cima alla Billboard Jazz Album per oltre settanta settimane, le vale la sua prima nomination ai Grammy. Il successivo, Love Scenes, una collezione di ballad pubblicate nel 1997, raggiunge immediatamente un successo enorme.
Due anni dopo Diana Krall vince un Grammy con When I Look Into Your Eyes, mentre le sue interpretazioni finiscono nelle celebri serie tv ‘Sex & The City’, ‘Autumn in New York’ e ‘The Score’.
Nel frattempo l’instancabile Diana Krall collabora con artisti del calibro di Ray Charles, Celine Dion, Rosemary Clooney e Tony Bennet. Nel 2002 esce Live in Paris, che contiene reinterpretazioni di Joni Mitchell e Billy Joel e che le fa vincere un altro Grammy.

L’anno successivo il matrimonio con Elvis Costello sigla anche l’inizio una collaborazione artistica che vede il marito co-autore di sei brani della celebre pianista canadese contenuti in The Girl In The Other Room, pubblicato nel 2004. Un anno e mezzo dopo esce Christmas Songs, disco a tema natalizio, seguito da From This Moment On. Dopo un Best Of nel 2007, nel 2009 esce Quiet Nights, nuovo lavoro di studio sulla bossanova e sulla musica brasiliana. Nello stesso anno produce Love Is The Answer, disco di Barbra Streisand in cui Diana suona anche il pianoforte. Glad Rag Doll, pubblicato nel 2012 e prodotto da T Bone Burnett, è invece un omaggio alla musica jazz degli anni ’20 e ’30 contenuti nella raccolta di 78 giri del padre di Diana. Due anni dopo è la volta di Wallflower, in cui la Krall si dedica a un repertorio più recente, dagli Eagles a Bob Dylan fino a Elton John, oltre a una preziosa collaborazione con Paul McCartneyTurn Up The Quiet esce nel 2017.

A settembre 2018 esce Love Is Here To Stay, disco che celebra un incontro a dir poco eccezionale, quello tra Tony Bennett e Diana Krall, per un album tributo alle grandi canzoni dei fratelli Gershwin. Registrato con il trio di Bill Charlap, oltre a siglare un importante rapporto di stima e ventennale amicizia tra le due voci, il disco è un’appassionante dichiarazione d’amore per la musica creata dai Gershwin.

Il concerto che porterà Diana Krall sul palco vista lago dell’Anfiteatro del Vittoriale sabato 16 luglio per Tener-a-mente Festival sarà l’occasione per presentare in Italia i brani del suo ultimo disco, This Dream of You, e per riascoltare i successi e le sonorità che hanno contraddistinto lo stile unico di questa affascinante artista.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE I BIGLIETTI

ALESSANDRO BERGONZONI | Festival Tener-a-mente 2022

ALESSANDRO BERGONZONI

TRASCENDI E SALI

Anfiteatro del Vittoriale

25 giugno 2022 ore 21.15e

Trascendi e sali: un consiglio ma anche un comando. O, forse, una constatazione dovuta a un’esperienza vissuta o solo un pensiero da sviluppare o da racchiudere all’interno di un concetto più complesso.
Perché in fin dei conti Alessandro Bergonzoni in tutto il suo percorso artistico – che in questi anni l’ha portato oltre che nei teatri, nei cinema e in radio, nelle pinacoteche nazionali, nelle carceri, nelle corsie degli ospedali, nelle scuole e nelle università, sulle pagine di giornali quotidiani e settimanali, nelle gallerie d’arte e nelle piazze grandi e piccole dei principali festival culturali – Bergonzoni, dicevamo, è diventato un “sistema artistico” complesso che produce e realizza le sue idee in svariate discipline per, alla fine, metabolizzare tutto e ripartire da un’altra parte, facendo tesoro dell’esperienza acquisita.
E tutto questo a un autore che non ha rinunciato alla sua matrice comica, mai satirica, aggiunge un’ulteriore, ovvia, complessità per il suo quindicesimo debutto teatrale. “Trascendi e sali” arriva infatti dopo “Urge” e “Nessi“, spettacoli che hanno inciso profondamente Bergonzoni, in tutti i sensi, aprendogli artisticamente e socialmente strade sempre più intricate e necessarie. Uno spettacolo dove il disvelamento segue e anticipa la sparizione, dove la comicità non segue obbligatoriamente un ritmo costante e dove a volte le radici artistiche vengono mostrate per essere subito sotterrate di nuovo. “Trascendi e sali” come vettore artistico di tolleranza e pacecolmo di visioni che, magari, riusciranno a scatenare le forze positive esistenti nel nostro essere. Piuttosto che in avanti potrebbe essere, artisticamente, un salto di lato, a dimostrazione che a volte per una progressione non è sempre necessario seguire una linea retta. Dove la carta diventa forbice per trasformarsi in sasso, dove il comico si interroga per confessare e chiedere e tornare a indicare quello che evidentemente lui vede prima degli altri. Forse dall’alto delle sue scenografie o nella regia condivisa con Riccardo Rodolfi. Forse. Sicuramente. Sicuramente forse.

Lo spettacolo è inserito nella programmazione della prima edizione del Festival Gardalo! – sezione spettacoli.

CLICCA QUI PER I BIGLIETTI DELLO SPETTACOLO

Notturnali 2020

Avete mai visto la Prioria, dimora del poeta d’Annunzio, in notturna? Il #Vittoriale anche quest’anno propone 6 date tra luglio e agosto nelle quali potrete vedere la casa museo più visitata al mondo in un’atmosfera unica. Un’occasione speciale per entrare nella vita del poeta e scoprirne anche i dettagli più segreti.
Acquista il tuo biglietto qui ? -> https://bottega.vittoriale.it/#/scegli-una-data

#gardamusei #vittorialedegliitaliani #lagodigarda #restoinitalia #viaggioinitalia #estateitaliana

Concerto James Blunt al Vittoriale degli Italiani

Autore di hit dal successo planetario, con oltre 20 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, due Brit Awards e numerosissimi riconoscimenti – tra cui 5 nomination ai Grammy – a pochi mesi dalla pubblicazioni di “Once Upon a Mind“, il suo disco più personale,  domenica 27 giugno JAMES BLUNT arriva nel salotto vista-lago dell’anfiteatro del Vittoriale.
Avviato alla carriera militare di ufficiale, James Blunt debutta nel mondo discografico nel 2004 con ‘Back to Bedlam’, il fortunato disco che, coi singoli ‘You’re Beautiful’ e ‘High’, raggiunge il primo posto nella classifica degli album più venduti, superando ‘X&Y’ dei già famosi Coldplay. Il disco vende oltre 11 milioni di copie nei primi tre anni, consentendo al cantautore di aggiudicarsi 2 Brit Awards, 2 MTV Video Music Awards, 1 MTV Europe Music Award e ben 5 nomination ai Grammy! Nel 2007 arriva ‘All the Lost Souls’, il secondo album con il quale si presenta dal vivo anche al pubblico italiano.
A ottobre dello scorso anno esce ‘Once Upon A Mind’, il sesto disco di studio che, come dichiara James stesso, è il suo lavoro più autobiografico, un ritorno alle origini, un viaggio introspettivo in cui spazia dal cantautorato pop al rock, fino ad accenni di dance ed elettronica. Scritto e registrato a Ibiza, dove vive da anni con la famiglia, ‘Once Upon A Mind’ è l’ennesima riprova delle qualità artistiche di James Blunt, 11 brani che parlano al cuore con il cuore. Proprio da ‘Once Upon A Mind’ è tratto ‘Monsters’, il singolo di cui James ha da poco pubblicato il commuovente video, da lui stesso ideato e diretto da Vaughan Arnell. Protagonisti della clip sono l’artista e suo padre, a cui la struggente ballata è dedicata (video disponibile qui). Nell’atteso concerto vista lago di domenica 27 giugno, James Blunt presenterà il brani tratti dall’ultimo disco e i suoi migliori successi, per un appuntamento che si preannuncia già indimenticabile. Info al 340.1392446, da lunedì a venerdì dalle 10 alle 16.

Clicca qui per maggiori informazioni concerto James Blunt.

Concerto NICCOLO’ FABI | Anfiteatro del Vittoriale

Domenica 18 luglio 2021 dalle ore 21:15

Più di 90 canzoni, 9 dischi di inediti2 raccolte ufficiali, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band FabiSilvestriGazzè2 Targhe Tenco per “Miglior Disco in Assoluto” (vinte per i suoi ultimi due album): dopo 20 anni di musica NICCOLO’ FABI è oggi considerato uno dei più importanti cantautori italiani.  Tanta musica nel percorso del cantautore, tanta sperimentazione e un avvicinamento sempre più evidente alla musica d’oltreoceano. È un percorso artistico incentrato sulla ricerca della libertà espressiva quello che in questi anni ha inseguito il cantautore romano e ne sono dimostrazioni gli ultimi due album pubblicati, “Una somma di piccole cose” (2016) e “Tradizione e tradimento” (2019).

Già ospite di Tener-a-mente con un concerto tutto esaurito nel 2017, in occasione del tour di “Una somma di piccole cose“, che lo ha definitivamente consacrato come uno degli artisti più raffinati e amati del panorama cantautorale italiano, NICCOLO’ FABI torna sul palco vista-lago della dimora dannunziana a presentare “Tradizione e Tradimento“, l’album del suo ritorno sulle scene dopo 3 anni di silenzio.

TRADIZIONE E TRADIMENTO” è un disco che parla di scelte e che rappresenta esso stesso una scelta: quella di scrivere solo quando si è mossi da una reale ispirazione e necessità.
Scritto e registrato tra Roma e Ibiza, è il risultato di un lavoro corale che vede alla produzione artistica Niccolò Fabi insieme a Roberto Angelini e Pier Cortese, storici amici e compagni di viaggio e di palco.
Determinante su 3 brani, “Amori con le ali”, “Nel blu” e “A prescindere da me”, la collaborazione, dal suo studio di Ibiza, con Costanza Francavilla, musicista e produttrice romana. Yakamoto Kotsuga, produttore e compositore di colonne sonore, ha invece caratterizzato l’arrangiamento di “Io sono l’altro”.
Completano la squadra che ha collaborato al disco Riccardo Parravicini, che lo ha registrato e mixato, e i musicisti Daniele “mr Coffee” RossiFabio Rondanini e Max Dedo.

Quelle ci aspettano il 26 luglio sono 2 ore ininterrotte di musica, in cui le parole e il suono si mescolano con un nuovo immaginario visivo. Un intenso spettacolo in cui trovano il giusto equilibrio anche le sperimentazioni sonore che caratterizzano l’ultimo lavoro discografico del cantautore romano: al centro di tutto resta solo la musica e le emozioni che è in grado di suscitare nello spettatore.

Sul palco insieme a Niccolò Fabi (voce, chitarra e piano) presenti gli amici e colleghi Roberto Angelini (chitarre, ARP e cori), Pier Cortese (chitarre, Ipad e cori), Alberto Bianco (basso, chitarre e cori), Daniele “mf coffee” Rossi (synth, piano e moog) e Filippo Cornaglia (batteria, elettronica e glockenspiel).

Info: https://www.anfiteatrodelvittoriale.it/event/biglietti-concerto-niccolo-fabi/

Biglietti: https://www.anfiteatrodelvittoriale.it/acquistare-biglietti/

S’apra, come rosa in fiore

Tag Archivio per: vittoriale