Tag Archivio per: #cremona #arte #museocivicoalaponzone #gardamusei

Sofonisba Anguissola e la Madonna dell’Itria

Il 26 maggio 1573 Sofonisba sposava il nobile siciliano Fabrizio Moncada. Dopo anni passati a corte a Madrid come dama di compagnia della regina Isabella e tutrice delle infante, la pittrice cremonese veniva accolta nella piccola corte di Paternò, sulle estreme propaggini dell’Etna, dove iniziava una nuova vita. Scarse sono le notizie della sua attività in questi anni, passati nella cura del feudo e sempre assecondando il marito nella gestione delle attività economiche.
Al fine di trovare una ricomposizione alle liti patrimoniali  che agitavano i diversi rami della famiglia Moncada, Fabrizio si era imbarcato alla volta della Spagna per perorare la propria causa davanti al re, ma perì tragicamente in un attacco piratesco presso l’isola di Capri il 27 aprile 1578. Sofonisba rimase a Paternò ancora un anno, ma poi decise di abbandonare la Sicilia per tornare a Cremona.
Durante questo tempo non abbiamo notizie di una sua attività pittorica, salvo che per la pala della Madonna dell’Itria oggi conservata nella chiesa dell’Annunciata di Paternò, che il 25 giugno 1579 Sofonisba, in  procinto di lasciare l’isola, donava formalmente al convento dei francescani conventuali. Con questa pala Sofonisba riassumeva e concludeva le trasformazioni iconografiche della Madonna  Odigitria, il cui culto era giunto in Sicilia dall’Oriente bizantino.

La mostra esporrà al pubblico la pala restaurata per l’occasione, accanto ad altre testimonianze relative al periodo paternese dell’artista.
Una rassegna di opere (affreschi, dipinti su tavola e tela, sculture) provenienti dalla Sicilia, ma anche dal Nord Italia, permetterà di seguire l’evoluzione del tema iconografico dall’icona medievale della Madonna Odigitria a quella moderna dell’Itria.

Quando: dal 9 aprile al 10 luglio
Dove: Pinacoteca Ala Ponzone, via Ugolani Dati 4
Orari: martedì-venerdì 10-17, sabato, domenica e festivi 10-18
(chiuso lunedì 25 aprile)
INFO: tel. + 39 0372 407770 – museoalaponzone@comune.cremona.it