Tag Archivio per: Cremona

STRADIVARI FESTIVAL – Cremona

Una serie di 8 concerti di artisti prestigiosi.
Mai come quest’anno il programma è stato così ricco e vario, con eventi anche in piazza! Un grande rilancio per il Museo del Violino ed il suo Auditorium.

Importanti solisti ma anche ensemble che rappresentano illustri istituzioni musicali internazionali. I programmi vanno dalla classica in tutte le sue declinazioni ai linguaggi della musica del nostro tempo.

Quando: dal 2 al 18 ottobre
Dove: Auditorium “Giovanni Arvedi”, Museo del Violino

CONCERTI: 
venerdì 2 ottobre (Virtuosissimo)
domenica 4 ottobre (Royal Violin)
giovedì 8 ottobre (Music We Love)
venerdì 16 ottobre (Romantici)
domenica 18 ottobre (Next Tango)
posto unico 25,00 €
domenica 11 ottobre (Beethoven250)
sabato 7 novembre (Assolo)
posto unico 30,00 €
sabato 3 ottobre (The Big Violinist)
ingresso libero

STRADIVARI MEMORIALDAY
venerdì 18 dicembre
posto unico 30,00 €

Biglietteria
Museo del Violino, Cremona
Tel. 0372 080809
mercoledì, giovedì, sabato e domenica, 11:00 – 17:00
venerdì 14:00 – 20:00

Acquisto online: www.vivaticket.it

STRADIVARI FESTIVAL – Cremona

Una serie di 8 concerti di artisti prestigiosi.
Mai come quest’anno il programma è stato così ricco e vario, con eventi anche in piazza! Un grande rilancio per il Museo del Violino ed il suo Auditorium.

Importanti solisti ma anche ensemble che rappresentano illustri istituzioni musicali internazionali. I programmi vanno dalla classica in tutte le sue declinazioni ai linguaggi della musica del nostro tempo.

Quando: dal 2 al 18 ottobre
Dove: Auditorium “Giovanni Arvedi”, Museo del Violino

CONCERTI: 
venerdì 2 ottobre (Virtuosissimo)
domenica 4 ottobre (Royal Violin)
giovedì 8 ottobre (Music We Love)
venerdì 16 ottobre (Romantici)
domenica 18 ottobre (Next Tango)
posto unico 25,00 €
domenica 11 ottobre (Beethoven250)
sabato 7 novembre (Assolo)
posto unico 30,00 €
sabato 3 ottobre (The Big Violinist)
ingresso libero

STRADIVARI MEMORIALDAY
venerdì 18 dicembre
posto unico 30,00 €

Biglietteria
Museo del Violino, Cremona
Tel. 0372 080809
mercoledì, giovedì, sabato e domenica, 11:00 – 17:00
venerdì 14:00 – 20:00

Acquisto online: www.vivaticket.it

MOSTRA Orazio Gentileschi

Si terrà dal 10 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021 la mostra Orazio Gentileschi. La fuga in Egitto e altre storie dell’infanzia di Gesù. Queste le nuove date dell’esposizione che si sarebbe dovuta dapprima svolgere a marzo 2020, ma sospesa a causa del lockdown per l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Dal prossimo 10 ottobre, per la prima volta, alla Pinacoteca Ala Ponzone di Cremona, si potranno così finalmente ammirare l’una di fianco all’altra due versioni del Riposo durante la fuga in Egitto, capolavori di Orazio Gentileschi, in un questa mostra promossa dal Comune di Cremona, Settore Cultura e Musei, e curata dal conservatore della Pinacoteca Mario Marubbi.

Accanto alle due magnifiche tele, la prima del Kunsthistorisches Museum di Vienna e la seconda di collezione privata, la mostra proporrà una selezione di altri dipinti, sculture, avori, incisioni sulla popolare “Fuga” tramandata dal solo Vangelo di Matteo ma protagonista dei Vangeli apocrifi.

Due tele eguali, di mano di Orazio Gentileschi, realizzate l’una dopo l’altra, dedicate al racconto del “Riposo durante la fuga in Egitto”. Un tema che, così come splendidamente ricreato dal Gentileschi, affascinò diversi committenti. Tanto che, accanto alle due versioni riunite a Cremona, se ne conoscono altre due, l’una al Louvre e al Birmingham Museum la seconda. Dipinti che sono riconosciuti tra i più intriganti del primo Seicento italiano.

Il ‘500 a Cremona – Facit Bocacinus. Salita ai Matronei

Il ‘500 a Cremona – Facit Bocacinus. Salita ai Matronei
Visite guidate a cura di CrArT

CrArT, Diocesi di Cremona e l’Associazione Cremona Sotterranea, presentano una visita guidata all’insegna di arte, storia e fede.

La salita al matroneo sud accompagna ad osservare, come mai prima d’ora, le opere dell’artista che ha avviato il lavori della navata centrale della Cattedrale di Cremona. Gli affreschi realizzati da Boccaccino consentono di entrare in contatto con il clima culturale e artistico della città all’inizio di un secolo centrale nella storia del nostro paese.

L’evento rientra nel programma “Il ‘500 a Cremona” ideato da CrArT, realizzato con la collaborazione e il patrocinio della Diocesi di Cremona.

Testo CrArt

Date dell’evento:

09/05/2021

Quattro turni con partenza alle 14.30, 15.10, 15.50, 16.30.

Prezzo:

12 € (10€ Associati CrArT o Cremona Sotterranea).

Telefono:

338 8071208

1000 MIGLIA 2021

Rispettando la tradizione del tracciato da Brescia a Roma e ritorno – con arrivi di tappa a Viareggio e Bologna – l’edizione 2021 presenterà una novità assoluta per la 1000 Miglia rievocativa: per la prima volta, il senso di marcia della gara sarà invertito rispetto alle recenti edizioni, riprendendo il senso antiorario di molte edizioni della corsa originale di velocità. Da Brescia, gli equipaggi faranno rotta verso la costa Tirrenica per sostare a Viareggio, ripartendo il giorno successivo alla volta di Roma. La terza tappa, al via dalla Capitale, risalirà verso nord per concludersi oltre l’Appennino, nel capoluogo Emiliano. La quarta e ultima tappa, da Bologna condurrà fino al tradizionale arrivo a Brescia. Peculiarità che soddisferà numerosi appassionati è un tracciato inedito che porterà gli equipaggi ad affrontare per la prima volta sia il Passo della Cisa, nella prima tappa, che i Passi di Futa e Raticosa nella terza giornata di gara.

Scarica qui il programma

I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro

Antonio Vivaldi è il più importante, influente e originale musicista italiano del periodo Barocco. Il violino ne ispira il genio, ricambiato con una scrittura luminosa, ricca di idee, colori e temperamento.
La mostra I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro al Museo del Violino di Cremona, dal 5 maggio al 1 agosto (sarà replicata a Venezia in autunno), a cura di Fausto CacciatoriDeborah Pase e Federico Maria Sardelli, rilegge quest’epoca fulgida attraverso gli strumenti scelti e utilizzati dal “prete rosso” e dalle fanciulle dell’Ospedale della Pietà di Venezia, dove insegnò dal 1703 al 1740.
In quel periodo l’Ospedale acquistò più di cinquanta strumenti, molti dei quali fanno parte della collezione, che vanta alcuni pezzi di altissimo pregio storico, come i due violoncelli di Matteo Goffriller e un violino di Pietro Guarneri. Tutti sono presentati dopo una intensa campagna di studio, conservazione e restauro a cura del Museo del Violino, del Corso di Laurea Magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell’Università di Pavia e di Cr.Forma
Non meno interessante la storia dell’Ospedale della Pietà, luogo di accoglienza femminile all’epoca modernissimo, unico in Europa, laboratorio di educazione ed emancipazione. In particolare le Figlie di Choro erano apprezzate coriste e musiciste. Molte di loro diventarono famose e acclamate interpreti, impressionando con la loro bravura cronisti e viaggiatori stranieri: Charles De Brosses e Johann Wolfgang von Goethe, tra gli altri, ne elogiarono il virtuosismo. La mostra racconta, seppur per cenni, le loro suggestive vicende.

I violini di Vivaldi e le Figlie di Choro è promossa dalla Fondazione Museo del Violino e dall’Istituto Provinciale per l’Infanzia Santa Maria della Pietà di Venezia, in collaborazione con il Distretto Culturale della Liuteria di Cremona e Michelangelo Foundation, con il contributo di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.

Museo del Violino, Piazza Marconi Cremona, 26100, Italia